TEORIA DEL RISULTATO

Cari lettori come promesso ecco qui alcune righe per allietare le vostre giornate d’ufficio, righe che qualcuno potrà definire insignificanti, ma che per noi amanti del blog costituiscono il pomo della discordia, la discussione, l’inizio di discorsi senza fine che si protrarranno al bar, negli spogliatoi e diventeranno in qualche caso motivo di svariate risate e prese in giro.
Come spesso accade durante gli incontri di calcio in generale e del nostro campionato amatoriale in particolare le partite hanno una loro storia, non dovuta all’andamento dei valori corrisposti dalle squadre che scendono in campo, ma determinate da una svariata serie di motivi:

1. FATTORE TRASFERTA – spesso è una scusa che le due pretendenti tirano in ballo per nascondere svariati difetti che si sono manifestati durante l’incontro
2. FATTORE GRANDEZZA CAMPO – è vero che le misure del campo possono in qualche modo influire sull’andamento dell’incontro, ma in giro dicono pure la classe non è acqua e se te si bon alla fine te vien fora
3. FATTORE MANTO ERBOSO – l’assenza di un manto erboso in grado di far avere al pallone i cosiddetti rimbalzi regolari tipica scusa accampata da coloro che hanno in squadra dei fabbri al posto dei difensori, dei pitbull al posto dei centrocampisti e dei lungaccioni con ferri da stiro come attaccanti ( ogni tanto diamoci un’occhio ai piedi )
4. FATTORE BIRRA – non si tratta di un fattore alla nostra squadra molto caro, ma bensì dello sforzo di portare una squadra di brocchi ad una resistenza sopra la media per poter far punti in classifica
5. FATTORE CLIMA – le cause di una sconfitta spesso vengono attribuite al maltempo, il quale ha reso impossibile il regolare svolgimento dell’incontro( di solito è tirato in ballo dalla squadra che ha perso)
6. FATTORE ALLENATORE – chi meglio di coloro che in un gelido pomeriggio d’inverno si accomodano in panchina, non attribuiscono al mister la colpa di una sconfitta immeritata o meno che sia
7. FATTORE ARBITRO – a volte gli arbitraggi condizionano il regolare andamento dell’incontro (vedi Juventus dagli anni del dopoguerra e forse prima ), ma non sempre la colpa è loro, forse anche i nostri atteggiamenti favoriscono il metodo di giudizio del direttore di gara, ed essendo amatori la qualità che ci spetta e forse quella della nostra categoria anche per loro
8. FATTORE C – per ultimo, ma non per questo meno importante è l’apporto del famoso fattore C, che fa del calcio un mondo ricco di colpi di scena, fa di risultati dati per scontati delle vere e proprie caporetto, ma ci siamo mai voltati indietro a vedere quello che tale fattore ci aveva dato in certe occasioni? Il fatto è che nel mondo del pallone il culo lo si vorrebbe sempre dalla propria parte e invece prenderlo nel culo non piace a nessuno o quasi.

Concludo invitandovi ad alimentare nuove critiche e discussioni sul blog.

A PRESTO CON LA PROSSIMA TEORIA DEL CALCIO. 

IL PROF. E.M.

TEORIA DEL RISULTATOultima modifica: 2008-01-07T12:57:22+01:00da marche_84
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “TEORIA DEL RISULTATO

  1. Complimenti al nostro Professore per i suoi contributi che, come direbbe Bishcardi, “deshgrivono i vari ashpetti del vutbol in maniera gombiuda, gombedende, e soprattutto brrrrrrrrevemende…”.
    PS. Dopo le due perle con S. Anna e S. Lucia aspettiamo la terza contro il S. Pietro, visto che coi santi te te esalti…

  2. Cari amici e compagni di squadra vi invito tutti ad esprimere il vostro pensiero su un argomento (a me molto caro); non sarebbe il caso che sui calci piazzati a nostro favore (corner ecc..) anche il vostro capitano si portasse in area per sfruttare le sue capacità acrobatiche e di rapina?
    Siate sinceri e soprattutto favorevoli?

  3. Caro capitano, togliere la palma di migliore rapinatore d’area a superpippo Montresor la vedo dura…. Magari come acrobata……

  4. Carissimo Capitano, vorrei intervenire anch’io in merito alla questione “Cani & Porci in area” da Lei sollevata recentemente sul Blog.
    Come si può constatare dai tabellini a margine della classifica, la nostra squadra queat’anno viaggia con una media reti molto alta.
    Siamo riusciti tra le altre cose a mandare a rete un elevato numero di “Noti Fabbri” (citiamo alcuni esempi:Marco Guerra, El Prince, addirittura per ben 2 volte “Mister piedi di truciolato Monch”).
    Le chiedo cortesemente di comportarsi da “Capitano d’intelligenza” e di considerare il fatto che, sui calci piazzati / calci d’angolo etc. etc., portiamo già in area un elevato numero di “presunti bomber” (El Prince, EL Monch, Marco Guerra, Spada)senza considerare chi ci deve andare per questioni di ruolo(El Motta, Younes, El Gigi) e chi va per battere la punizione o il calcio d’angolo, generalmente El Baby….
    Logicamente questo ESODO di massa, lascia spesso 3/4 di campo alle squadre avversarie, e se non ci fosse qualche DEMENTE che si piazza a metà campo a ricevere le ribattute, diventeremmo vittime costanti del contropiede….
    Tutti hanno voglia di entrare nei tabellini, ma spesso accade di confondere il bene proprio con quello della squadra, quindi come dicevano i Latini “Uniquique Suum” (ovvero a ciascuno il suo).
    In conclusione “Lasciate a Cesare quel che è di Cesare”

  5. Visti gli elogi e non sul destino del nostro capitano nel proporsi verso l’area avversaria io proporrei un’asta a pagamento di questo tipo (ovviamente rivolta a tutti) :
    1. punizione di seconda sx/dx da 30mt € 3,00
    2. punizione di seconda centrale da 30mt € 4,00
    3. punizione di prima da 30mt € 5,00
    4. punizione di seconda sx/dx da 25mt € 6,00
    5. punizione di seconda centrale da 25mt € 7,00
    6. punizione di prima da 25mt € 8,00
    7. punizione di seconda sx/dx da 20mt € 9,00
    8. punizione di seconda centrale da 20mt € 10,00
    9. punizione di prima da 20mt € 12,00
    10. punizionissima dx/sx/centrale da15/18mt € 15,00

    11. rigore su risultato acquisito € 15,00
    12. rigore di un’eventuale pareggio € 17,00
    13. rigore decisivo al fine del risultato € 20,00
    14. rigore che vale una stagione € 25,00 (P.S.)

    P.S.
    Il fallimento di tale rigore comporta innanzitutto uno scatto da centometrista se si fallisce, in quanto i compagni desiderosi di un abbraccio affettuoso inseguono il malcapitato all’interno del recinto di gioco e negli anni a venire i numerosi ricordi sulla stagione da poco conclusa continueranno a perseguitarlo con commenti del tipo: Elo stà quel li a sbagliar el rigor che el ghe fasea vinsar el campionato, da dietro :con quei pie li en de vuto chel vaa, il terzo : mi lo sempre dito che l’era strasso!!!!
    Quindi raccomando al prescelto di metterla nel sacco come si sul dire se no come dice Mrs Oronzo Canà sono volateli x diabetici = traduzione Cazzi Amari)

    IL PROF. ENRICO MOTTA

  6. Cari amici, visto i vari commenti ricevuti dopo il mio appello ritiro la mia candidatura a “CONDOR” d’area sui calci piazzati e mi dedicherò anima e corpo alla causa affidatemi dal mister (difendere).
    Aspettatevi però incursioni a sorpresa che potrebbero far molto male ai portieri avversari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.